Confettura di fichi Tempo di fichi e di usare il loro dolce nettare per preparare una deliziosa confettura fatta in casa

Mi piacciono molto le confetture fatte in casa e abbinare il procedimento agli ingredienti di stagione è proprio una grande soddisfazione. In genere non ne preparo mai tanti vasetti così posso diminuire la quantità di zucchero (che come sappiamo oltre ad addolcire ha anche la funzione fondamentale di conservante) e avere delle marmellate che sanno più di frutta. I fichi poi agevolano molto questo procedimento dato che sono molto zuccherini già di natura. Questa confettura è buona con tutto: sul pane abbrustolito o sulle fette biscottate la mattina a colazione, a merenda abbinata con dello yogurt greco e frutta secca e anche la sera a cena, da gustare con formaggi più o meno stagionati. Io avevo dei fichi regalati, la quantità era quella e per me andava più che bene, chi ne vuole preparare in grandi quantità e farsi scorta per l’inverno meglio aumentare la dose di zucchero per motivi di conservazione.
Di seguito vi scrivo la mia ricetta veloce-veloce e facile-facile.

Ingredienti
500 gr di fichi
4 cucchiai colmi di zucchero di canna

Preparazione
Per prima cosa dedicatevi alla sterilizzazione dei vasetti: lavateli e poi metteteli insieme ai loro coperchi in una pentola con acqua, fatela arrivare ad ebollizione e lasciate bollire una decina di minuti. Dopo toglieteli dall’acqua e capovolgeteli su un panno asciutto, quando l’acqua sarà andata via rimetteteli a testa in su.

Sterilizzazione vasetti

Sterilizzazione vasetti

Adesso sbucciate i fichi e tagliatelo grossolanamente, metteteli in una pentola insieme allo zucchero e lasciateli cuocere per circa 25 minuti, prolungate il tempo se volete una consistenza maggiormente compatta. Per non sbagliare fate la prova del piattino: prendete un cucchiaino di marmellata, mettetela al centro di un piattino e posizionatelo verticalmente, la velocità con cui si muove la marmellata verso il basso vi darà un’idea della sua consistenza.

Confettura di fichi
Se vi piace la confettura a pezzettoni invasatela così com’è altrimenti date una passata di minipimer. Riempite i vasetti a un centimetro dall’orlo, chiudeteli bene con il coperchio, rovesciateli (così si formerà il sottovuoto) e lasciateli così fino a completo raffreddamento. Quando girate di nuovo i vasetti verificate che si sia formato correttamente il sottovuoto: il coperchio al centro non deve muoversi, se invece pigiando torna su vuol dire che il sottovuoto non si è formato e dovete mettere in frigo la marmellata per conservarla oppure procedere con l’invasamento usando un nuovo vasetto sterilizzato.

Confettura di fichi

Una volta aperta consumate la confettura entro una settimana, ricordate che ha poco zucchero.

Confettura di fichi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *